INTERIOR DESIGN MAGAZINE

L’ARTE DEL RICICLO 2.0

SHARE
, / 1873 0

Questo articolo è disponibile anche in: Inglese

Proseguiamo il viaggio nel mondo del design del riciclo per mostrarvi altre soluzioni per il pavimento che si aggiungono a quella creata da Ting con gli scarti delle cinture in pelle di cui abbiamo già trattato.

Il punto di partenza è sempre lo stesso: riutilizzare elementi che appartengono ad altri settori per creare un oggetto nuovo e di impatto, sfruttandone le caratteristiche intrinseche che in questi casi bene si coniugano ad una superficie di calpestio.

Ecco quindi due nuovi esempi brillanti:

045-enoteca-floor_16 9

– Pavimento in legno ottenuto dalle casse di vino inutilizzate. Il risultato è un prodotto unico e sempre diverso, caratterizzato da una texture variegata grazie a inserti di legni differenti e testi stampati che ne ricordano l’originaria funzione. Un pavimento molto caldo e adatto in particolare a locali pubblici poiché d’impatto e assai resistente.

Da notare che questa finitura può essere anche utilizzata come rivestimento a parete.

tmg-facebook_share_POST

– Tappeto realizzato con le etichette dei jeans. Se hai bisogno di spazio nel tuo armadio e vuoi liberarti dei tuoi vecchi pantaloni ecco un’ottima idea per recuperarli!

Ideato dai designer svedesi Kingofsweden, il prodotto è, come nel caso precedente, un pezzo unico, molto resistente e duraturo; le patch infatti non sono solo cucite tra loro, ma sono applicate su una base di cotone che conferisce uniformità.

Sebbene il primo esempio non risulti molto a buon mercato, questa seconda possibilità è ancora più costosa vista la particolare manodopera richiesta per la sua realizzazione. Disponibile in due dimensioni140 x 200 cm or 160 x 240 cm donerà un vero tocco di creatività alla tua zona living!

www.kingsofsweden.se/‎

Leave A Reply

Your email address will not be published.